Si possono ancora scrivere tragedie?